L’Arci lancia un appello a cittadine e cittadini per costruire insieme un Paese più libero dalle paure e dagli egoismi 

La paura è un macigno sulla società e sulla vita delle persone. Ma sottrarsi è possibile. E la cultura è uno strumento formidabile per farlo. 

Le paure che caratterizzano il nostro tempo non si battono e non si superano con la diffidenza verso l’altro, l’isolamento, la chiusura. Ma riducendo le disuguaglianze, redistribuendo la ricchezza. E diffondendo una cultura dell’incontro, della condivisione, della solidarietà. Per questo, da venerdì 23 novembre e fino a domenica 2 dicembre, è in programma un fitto calendario di iniziative promosse da comitati e circoli Arci di tutta Italia. Musica, teatro, libri, iniziative di educazione popolare per non arrendersi all’intolleranza e al cinismo e rilanciare l’idea che liberarsi dalle paure è possibile attraverso la solidarietà e la cultura.

Leggi l'appello Più cultura, meno paura,


I nostri appuntamenti che rientrano in Più cultura, meno paura:

"Messico E Nuvole Italiane"
Sabato 23 Novembre ore 18:00
presso Circolo Arci Porco Rosso
Palermo, piazza Casa Professa 1
Il documentario realizzato da Claudio Cordova, "La terra degli alberi caduti" è frutto di produzione ambientata tra Italia e Messico, che racconta un dramma che è diventato ormai uno scandalo, che il panorama internazionale cerca di ignorare. Intervengono: Giusto Catania, capogruppo Sinistra Comune; Vincenzo Ceruso, saggista - Comunità Sant’Egidio; Claudio Cordova, direttore de “Il Dispaccio”; Francesco Forgione, docente Alta scuola per la Giustizia di Città del Messico; Carlo Marzella, sostituto procuratore Repubblica di Palermo; Fausto Melluso, Porco Rosso; Erasmo Palazzotto, deputato.

"Il teatro delle meraviglie: siamo tutti specchi"
Venerdì 30 Novembre ore 20.30
presso Il Giardino delle Idee
Palermo, via dell'Università 30
Laboratorio a cura di Candida Di Bonaventura e Liliana Minutoli: entrare in empatia con l’altro attraverso l’intelligenza del cuore e accogliere le differenze nostre e dell'altro senza paura.

"Uprooted - Una mostra di Ramzi Harrabi"
Venerdì 30 Novembre ore 19:00
presso La Casa della Cooperazione
Palermo, via Ponte di Mare 45/47
Una varietà di opere che vanno dalla scultura alla pittura su tela e legno faranno da cornice alla “barca dei miraggi”, un’istallazione composta dagli oggetti ritrovati sui barconi dei migranti.
Durante la serata alla Casa della Cooperazione, dopo l'inaugurazione della mostra, verrà proiettato il documentario "Da numero a persona" di Anna Platania, una video-intervista che racconta l'artista tunisino, siciliano d'adozione e per sfida, e le sue modalità creative e innovative nell'operare nel campo della mediazione culturale.
Seguirà un aperitivo accompagnato dalla chitarra e dalla voce del musicista Christopher Obehi."


"Opening exhibition: Hubbub le Scope"
Venerdì 30 Novembre ore 18:30
presso BorderLine
Palermo, piazza Fonderia/Piazzetta Tarzanà
Hubbub le Scope é un’esibizione collettiva che unisce quattro artisti internazionali che indagano sulla relazione tra l'osservatore e le immagini mediatiche. Temi come immigrazione e comunicazione mediatica si aprono al confronto con la città di Palermo, città dell'accoglienza per antonomasia, da sempre multietnica e centro di scambio di popoli e culture. Gli artisti Mihai Gui, Lavinia Xausa, Nikos Kostopoulos, Oana Clitan, utilizzano strumenti ed opere di vario tipo per comunicare la loro visione attraverso immagini manipolate, nuovi e vecchi media.