Calendario eventi

Mese precedente Giorno precedente Prossimo giorno Prossimo mese
Per Anno Per Mese Per Settimana Oggi Cerca Salta al mese
Il Girasole - Lascari | presentazione del libro Due anni a Brancaccio con Padre Puglisi
Domenica, 9. Dicembre 2018, 17:00

Si svolgerà domenica 9 dicembre 2018, alle ore 17, a Lascari la presentazione del libro Due anni a Brancaccio con Padre Puglisi. Intervista a Gregorio Porcaro (edito da Edizioni Arianna), scritto dal giornalista termitano Mario Catalano. L’evento, patrocinato dal Comune di Lascari, è organizzato dall’associazione Il Girasole e dal MuVi Lascari, in collaborazione con Endes Aurora, e si terrà presso lo Spazio Polifunzionale, via Leonardo Da Vinci, 21 (Lascari). Dopo i saluti di Salvatore Ilardo (coordinatore del MuVi Lascari) e Giuseppe Abbate (sindaco di Lascari), dialogheranno con l’autore: Maria Elena Amoroso (Assessore alle Attività Culturali del Comune di Lascari), Pino Apprendi (già Deputato Regionale all’Ars) e Vincenzo Pizzuto (fotografo e autore dell’immagine di copertina del libro). Modererà l’incontro Lucrezia Anselmo (Consigliere Comunale). Durante l’evento Salvatore Ilardo e Vincenzo Noto leggeranno alcuni estratti del libro. L’opera del giornalista e scrittore Mario Catalano è stata patrocinata: dall’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, dalla Città Metropolitana di Palermo, dal Comune di Palermo, dal Comune di Godrano e dalla Città di Termini Imerese. «Ringrazio le due associazioni di Lascari e l’amministrazione comunale che hanno voluto fortemente organizzare la presentazione del mio libro nella cittadina madonita – ha commentato l’autore - Nei giorni scorsi in Puglia è stata chiusa un’importante operazione della Polizia di Stato, Squadre Mobili di Foggia, Bari e del Servizio Centrale Operativo, coordinate dalla Dda di Bari, contro la criminalità organizzata. La mafia si può sconfiggere, però, ci vuole il supporto di ogni cittadino. Solo così – ha concluso Mario Catalano - possiamo svegliarci la mattina e sentire nell’aria il dolce profumo di libertà e non la puzza di Cosa Nostra.